Feeding the Soul City

pubblicato in: Eventi, Senza categoria | 0

in occasione dell’evento Feeding the Soul City, il Centro Studi di Terapia della Gestalt in collaborazione con EUROTAS organizza dal 15 al 17 giugno, presso la sede di via Mercadante 8, Milano, dei workshop teorico-esperienziali gratuiti condotti dai professionisti del nostro Centro Studi.

Gli incontri si propongono come una occasione di sintesi del lavoro portato avanti in questi anni e come occasione di riprogrammazione per future iniziative lungo le stesse direttrici di ricerca teorico-applicativa. In tale prospettiva, gli incontri, oltre ad accogliere partecipanti esterni, rappresentano un occasione per un aggiornamento destinato agli allievi ed ex-allievi della Scuola che intendano impegnarsi nelle rispettive iniziative. Di seguito il richiamo sugli incontri con breve sintesi sui diversi temi affrontati

Il programma prevede:

Lunedì 15 giugno ore 9.00

RICCARDO ZERBETTO – La psicologia dopo il Libro Rosso di C.G. Jung

L’incontro è inteso come momento di riflessione sul Libro Rosso, la cui pubblicazione nel 2009 rappresenta il fenomeno culturale forse più innovativo e dirompente, quanto sottostimato, dell’ultimo secolo se si pensa che la scrittura del testo inizia nel 1913, anno in cui Jung, in un momento cruciale della sua vita, intraprese quel descensus ad inferos proseguito fino al 1930, nel quale sviluppò una originale forma di esplorazione psicologica, la ”immaginazione attiva”, che lo condusse a contatto con le funzioni primarie dello psichismo, le emozioni e le immagini “dal sottosuolo”. L’occasione nasce dalla recente pubblicazione de Il lamento dei morti in cui James Hillman e Sonu Shamdasani commentano il Libro Rosso, concordando sul fatto che la malattia di cui soffre la nostra cultura, e che le psicoterapie tentano invano di sanare, nasce dal mancato ascolto del lascito che figure ancestrali della nostra storia ci hanno consegnato.

Sul tema in oggetto si aprirà un confronto di idee aperto al pubblico e introdotto da Relatori che metteranno al confronto l’approccio della psicologia individuale ed archetipica con quella gestaltico-esperienziale.

 

Lunedì 15 giugno ore 15.00

RICCARDO ZERBETTO e DONATELLA DE MARINIS – Corpo e Immagine

Il nostro rapporto con il cibo diventa problematico quando impatta la nostra immagine corporea. Questo programma innovativo si fonda su un approccio integrato di tipo psicologico (ad orientamento gestaltico), meditativo (con particolare focalizzazione sul tema dell’horror vacui) e di lavoro corporeo con l’obiettivo di rendere il corpo più vicino alla immagine che ne abbiamo e la sua auto-rappresentazione più vicina al corpo che siamo (leib) e non solo che abbiamo (körper). Viene esplorata la storia personale legata al cibo, alla espressione delle emozioni e alle relazioni affettive.

Martedì 16 giugno ore 9.00

RICCARDO ZERBETTO e GIOVANNA PUNTELLINI – Progetto Orthos e le nuove dipendenze

Orthos è un programma di intervento psicoterapeutico intensivo in ambito residenziale. Tre settimane per interrompere comportamenti compulsivi, interrogarsi sulla costellazione di valori che hanno potato ad un collasso esistenziale e la possibilità di (ri)scoprire forme di piacere al contatto con la natura, le relazioni “nutritive” e con la propria “ombra” da cui non fuggire. Verranno esplorate le 12 “aree di criticità” nel lavoro di psicoterapia con giocatori patologici.

 

Martedì 16 giugno ore 16.00

FILIPPO PETROGALLI e MATTEO COVELLI– Progetto E.N.T.R.Y e Non Violent Communication

Verrà presentata la filosofia di riferimento e la metodologia esperienziale elaborata in occasione del Progetto europeo ENTRY sulla prevenzione della violenza tra i giovani e il sostegno alla resilienza. La conoscenza e la prevenzione delle radici dei comportamenti violenti e lo sviluppo di una cultura del confronto e della co-esistenza rappresentano le condizioni per la costruzione di una società civile che, a diversi livelli, siamo tutti chiamati a co-costruire. Verranno forniti strumenti di intervento, in particolare, per insegnanti e operatori sociali a contatto con la popolazione giovanile.

Il Programma è stato già testato ed è iniziata la sua offerta formativa in scuole di Verona e Milano. E’ previsto un corso di formazione per colleghi che siano interessati a proporlo in ambito scolastico

 

Martedì 16 giugno ore 17.00

RICCARDO ZERBETTO – Interpersonal Meditation

Introdotta da Claudio Naranjo, rappresenta una innovazione rivoluzionaria nel panorama delle pratiche meditative. Stare nel “duplice contatto”, come si dice in Gestalt,  tra  Mondo interno (pratica meditativa) e Mondo esterno (comunicazione), può diventare un “modo-di-essere-nel-mondo” che supera la frequente dicotomia tra attenzione al sé stessi e all’altro da-sé.

 

Mercoledì 17 giugno ore 15.00

RICCARDO ZERBETTO e DANIELA SANTABBONDIO – Le dipendenze affettive

Chi può dirsi immune dal bisogno di legami affettivi? Esistono tuttavia condizioni, anche drammatiche, nelle quali il bisogno dell’altro evidenzia tratti di una “addiction prone personality”. Quali fattori all’origine di questa inclinazione così difficili da superare? E quali percorsi di crescita emotiva, quali pratiche meditative, quali strategie di vita ci rendono più capaci di autosostegno e di relazioni più adulte? A questi e ad altri interrogativi cercheremo di dare  degli spunti di riflessione come frutto di anni di lavoro sulla dipendenza affettiva e sulle relazioni intime.

***

Conferenza-dibattito”food&soul” mercoledì 17 giugno ore 19:00- 21:00

RICCARDO ZERBETTO

Apri la locandina